16 febbraio 2016: Spettacolo "Donnamore. E’ possibile immaginare una convivenza tra generi che non degeneri in violenza?"

Palestra Cognitiva® sarà presente alla prima dello spettacolo "Donnamore" martedì 16 febbraio alle ore 20.30 presso il Teatro di Costanzo Mattiello di Pompei.
Il progetto, da noi fortemente sostenuto, nasce da un'idea dell'amico e Maestro Liberato Santarpino, in un ambito di riflessione sociale e comportamentale, con l’intento di sensibilizzare il pubblico alla “cultura del rispetto”, attraverso un’esperienza visiva ed emotiva.

E’ possibile immaginare una convivenza tra generi che non degeneri in violenza?

Una domanda apparentemente banale, quella del sottotitolo, con una risposta che parrebbe scontata. E invece le cronache sovvertono senza pietà questa convinzione raccontando quotidianamente di soprusi, uccisioni, angherie e violenze di ogni sorta, molto spesso, se non sempre, ai danni delle donne.
E’ per questo motivo che Donnamore porta in scena la vita di alcune donne che hanno segnato la Storia attraverso una voce narrante che di volta in volta assume i tratti di un nuovo personaggio.
Donnamore è il tentativo di andare oltre il preconcetto della diversità, della differenza di genere, costruendo, tramite le forme dell’arte, una nuova e sana consapevolezza nel rapporto tra uomini e donne.
Scritto dal Maestro Liberato Santarpino e diretto da Enzo Varone, lo spettacolo teatrale Donnamore è portato in scena da sette artiste tra cui attrici, cantanti, musiciste e ballerine che rendono lo spettacolo un musical moderno, e per questo coinvolgente, con molti caratteri di natura ironica.
Ambientato in una clinica psichiatrica femminile, lo spettacolo presenta una simpatica e bislacca protagonista, la signora Lea che ogni giorno si risveglia nei panni di una illustre donna.

Le attrici in scena interpreteranno il cambiamento del ruolo femminile nel tempo attraverso figure come:
HATSHEPSUT, la prima donna Faraone d’Egitto;
AGAPE, l’amore di donna Greca utile solo per procreare e badare ai figli;
DIDONE, regina di Cartagine immolatasi sul rogo per il dolore dell’ abbandono;
la MADONNA, il dolore di una mamma per la morte di un figlio;
IPAZIA, la prima donna matematica della storia uccisa dagli uomini per il suo sapere;
FRANCESCA DA RIMINI, uccisa per un amore scomodo “vietato”;
GIOVANNA D’ARCO, l’amore guerriero per la sua terra e per il suo popolo;
ANNA FRANK, l’amore per una vita spezzata dalla follia criminale di un uomo;
MADRE TERESA DI CALCUTTA, l’amore incondizionato per l’umanità.

Il progetto è ideato e realizzato dall’associazione Orchestra da Camera della Campania che rappresenta sicuramente per la sua grande qualita’ una delle realta’ concertistiche piu’ prestigiose sia nell’ambito nazionale che internazionale.
Direttori come Myung-Whun Chung, Antonio Pappano, Luigi Piovano e solisti come Giovanni Allevi, Luis Bacalov, Maurizio Baglini, Gemma Bertagnolli, Stefano Bollani, Michele Campanella, Sara Mingardo, François-Joël Thiollier, Quartetto della Scala di Milano, Marcello Nardis, si sono esibiti ed hanno collaborato con l’orchestra dalla sua nascita nel 2002.
Nell’ambito teatrale l’associazione, in collaborazione con il Conservatorio Martucci di Salerno, ha realizzato nell’anno 2015 uno spettacolo con la partecipazione e la regia dell’attore Sebastiano Somma dal titolo “Lucio incontra Lucio” (il concerto raccontato di Lucio Dalla e Lucio Battisti) che dalla prossima primavera andrà in scena nei maggiori teatri nazionali.
Il ricavato dello spettacolo sarà destinato all’istituzione di borse di studio rivolte ai figli delle donne che hanno subito maltrattamenti o abusi, con la possibilità di avviare questi giovani allo studio della musica o della recitazione in strutture convenzionate

“Donnamore”
testi, canzoni e musiche di Liberato Santarpino
con (in o.a.) Francesca Accietto, Emanuela Amoroso, Angela Rosa D’Auria, Fiammetta Drammatico, Teresa Barbara Oliva, Laura Pagliara, Sara Robustelli.
Scenografie: Mario Paolucci
Coreografie: Enzo Padulano
Costumi: Gina Oliva
Fonica e Luci: Antonio Maria Florio
Regia: Enzo Varone

Ospite della prima di gala: Barbara De Rossi


donnamore 01donnamore 02donnamore 03

© Copyright 2007-2014 Teresa Ambrosio, tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, pubblicazione e diffusione - senza autorizzazione scritta o senza citazione della fonte -, di grafica, loghi, sfondi, articoli, citazioni e ogni parte all'interno del sito www.palestracognitiva.com, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge. Webdesign e illustrazioni: DLR Davide Lucidi, www.davidelucidi.com

Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.